Il Maestro del Palio 2006

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Silvio Ciuccetti

 Ciuccetti si è rivelato giovanissimo, a 14 anni e a 16 anni ha allestito la sua prima personale. A 20 anni gli fu commissionata una grande opera per il nuovo Hotel Salera di  Asti. Nello stesso anno si iscrisse al corso di pittura di Francesco Menzio all’Accademia di Belle Arti di Torino. Nel 1969 espose alla Galleria Arte Viva di Torino, presentato da  Albino Galvano; fu la consacrazione, da allora iniziò a esporre a Roma, Venezia, Padova e in altri centri italiani, all’esposizione d’Arte Moderna in Costa Azzurra, all’esposizione  internazionale a Londra per il centenario della nascita di Bertrand Russel. Dal 1970 al 1990 fu insegnante di discipline plastiche e discipline pittoriche nel primo e secondo  liceo artistico di Torino. Iniziò anche a collaborare con Eugenio Guglielminetti nel campo della scenografia teatrale. Dopo un periodo decisamente intenso dichiarò nel 1977  di voler cessare l’attività espositiva. Da quel momento continuò a lavorare solamente su commissione, privilegiando lavori su grandi superfici e funzionali all’architettura. Il suo  sogno era trovare una generosa committenza per consentirgli di realizzare un’opera di grandi dimensioni, «da iniziare presto e terminare per esaurimento delle sue energie». Palio 2006

Parallelamente all’attività pittorica, Ciuccetti si interessò alle possibilità espressive della televisione. Negli anni ’70 iniziò la collaborazione con una radio commerciale e nel 1978 si presentò negli studi Rai di Torino proponendosi come autore e regista. Il suo primo lavoro è il radiodocumentario «Vittorio Alfieri ad Asti». In seguito si occupa del Palio, nel 1980 In collaborazione col regista Gianni Casalino, diresse il suo primo documentario televisivo «Asti Palio 80». Seguirono numerosi lavori per la terza rete Rai, perlopiù di ambientazione astigiana, ma girò anche documentari in pellicola per la Saf in Guatemala, Salvador, Panama, Etiopia, Egitto, Israele, Turchia e Capoverde. 

Trasferitosi in Egitto, al Cairo, realizzò una serie di documentari sulla storia dell’antico Egitto. Tra i suoi ultimi lavori un film su Eugenio Guglielminetti, presentato ad Asti Teatro nel 2001, e «Terra di scrittori» nel 2008 con Laurana Lajolo. Muore ad Asti il 17 gennaio 2015.

 

 Fonte: La Stampa