Il Maestro del Palio 2013

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

PIERO SCIAVOLINO

Nato a Valledolmo (Palermo) il 10 novembre 1945, compie gli studi presso l’Accademia Albertina di Torino, nel cui ambito culturale perfeziona la propria concezione artistica. Coltiva la vocazione alla figurazione realistica ed esordisce nel 1964, partecipando alla Quadriennale di Torino.

Nel decennio Sessanta, partecipa alla rassegna Premio San Benedetto del Tronto (1965), espone presso la Sala della Provincia di Cuneo (1965, presentazione di G. Sapelli e G. Fontana); a Torino nel 1966 ordina una personale alla Galleria Del Centro, partecipa alla rassegna “Testimonianze” e consegue il Premio “Andorno Micca” alla “Rassegna dei Giovani Artisti”. Nel 1967, invitato da Paolo Fossati, espone alla Camera del Lavoro di Torino, quindi consegue la medaglia d’oro al Premio Nazionale di Pittura di Pordenone ( 1967). 

Pur dedicandosi per decenni all’insegnamento di Discipline Pittoriche al Liceo Artistico di Torino, persegue una costante ricerca espressiva, esercitando il disegno e la sperimentazione delle tecniche incisorie.

Partecipa a numerose rassegne degli anni Settanta : “Arte di contenuto politico e sociale” ordinata nella città di Gallarate da Mario De Micheli, Franco Passoni, Paolo Levi e Franco Solmi; "Natura e tecnologia" curata da Mario De Micheli a Suzzara nel 1976; “Immagine come esistenza" a cura di Paolo Levi, al Castello di Rivoli nel 1977. Invitato, espone a Milano nel 1979, presso il Palazzo della Triennale, nella rassegna dedicata ai giovani artisti. Nel 1982 partecipa alla mostra itinerante "La cooperazione e la società in crisi", ordinata da Dario Micacchi, Roberto Tassi e Roberto Sanesi a Perugia alla Rocca Paolina ed a Livorno ai Bottini dell'Olio.

Con altri artisti ed intellettuali, promuove “Idee per la pace" presso Palazzo Mazzetti di Asti con testi di Davide Lajolo, Edoardo Sanguineti e Massimo Cacciari ( 1982).

I cicli pittorici approfondiscono gradualmente alcune tematiche, tra cui la figura umana in relazione alla natura ed alla storia, il dramma esistenziale, l’emarginazione, il degrado ambientale

Ordina personali nei maggiori centri: Savona, galleria "La Fontana",1964; Torino, galleria "Centro", galleria "La Tavolozza", 1975; Brescia, galleria "Studio 80", 1981; Asti, galleria ''Penelope'', 1979 e galleria "La Giostra" nel 1977 e nel 1990; Rovereto, galleria "Il Delfino", 1988.

Invitato a rassegne nazionali, espone a Torinoarte. Biennale d’Arte Moderna e Contemporanea, sala personale (1990), a Cocquio Trevisago, Maestri incisori ’94, ordinato presso il Museo Salvini ( 1994).

Invitato da Mario De Micheli, espone per la Regione Emilia-Romagna, Comune di Medicina (Bologna), alla rassegna Premiata Resistenza ( a cura di M. De Micheli, N. Leopardi, 1995); con Lezione di anatomia negli anni Quaranta (olio,1965) consegue il I° premio alla Mostra Premio Resistenza del Comune di Novellara.

Il Comune di Asti- Assessorato alla Cultura promuove la mostra antologica Armonie. Dipinti dal 1980 al 2004, ex Chiesa di San Giuseppe (2004). A Casale Monferrato, presso la Sinagoga e Musei Ebraici, espone Trame della storia (2005), mostra itinerante ospitata ad Asti presso il Palazzo Civico (2006).

 

(fonte: www.palio.asti.it - foto: www.ilcanapo.com)